Per informazioni sulla pubblicità su questo sito web: advertising@quellicheinvestono.com

Bond IG di alto rating decennali e dollaro Usa: l'approdo sicuro del cassettista nel 2018

Imark

Administrator
Membro dello Staff
Aggiornamento settimanale sul decennale

Torno a esaminare il decennale a distanza di due settimane dall'ultima volta. Nel mentre, i rendimenti hanno avuto una nuova proiezione rialzista, con il $Tnx spintosi fino a quota 3,250% di rendimento equivalente, per poi ripiegare in questa settimana a ritestare sma13 a 3,141%.

Il rimbalzo su sma13 è normale dopo una proiezione rialzista e non prelude di per sé né ad una correzione più accentuata, né ad una ripresa del rialzo dei rendimenti. Nel breve pare possibile sia un movimento verso l'alto, a chiusura del gap che si vede nel grafico e o a testare sma5 in veste di resistenza, quindi verso quota 3,180-3,200%, sia una discesa verso sma50, ora a quota 2,984%.

Il Macd parrebbe ad un cross ribassista, ma a parte il limitato potere predittivo di un tale segnale, resta ancora da vedere nelle prossime sedute se tale ipotesi sarà confermata.

Tnx.PNG

Per una comparazione, ripropongo il chart Tf monthly del $Tnx, con evidenziati il top della precedente proiezione rialzista dei rendimenti, quella del 2013, nonché quello attuale

TnxMonthly.PNG

Circa il dato del Cot - Tff sul posizionamento dei trader, se su base settimanale si osserva negli ultimi dati un lieve ridimensionamento degli short da parte dei leveraged fund e dei long da parte dei soggetti commercial, la posizione di fondo resta quella consueta, che vede i primi fortemente net short, i secondi esposti sul net long.

10yTn.PNG

Il grafico Barchart

https://www.barchart.com/futures/commitment-of-traders/technical-charts/ZN*0

L'analisi di Hedgopia

https://hedgopia.com/cot-peek-into-future-through-futures-how-hedge-funds-are-positioned-74/
 

Imark

Administrator
Membro dello Staff
Aggiornamento settimanale sul decennale

La settimana scorsa si è sviluppata nel segno di una graduale ripresa dei rendimenti, con il $Tnx che ha tenuto sma 13 ed è andato a chiudere il gap aperto dalla discesa dei rendimenti dai massimi relativi recenti. Il Tnx ha chiuso venerdì a quota 31,98 (3,198% di rendimento del decennale)

Sma 5 e sma 13 reggono il trend in salita sostanzialmente affasciate: un target rialzista di breve per i rendimenti è il retest di quota 3,25%; l'ipotesi ribassista- una volta rotti i primi supporti - avrebbe quale proiezione sma50, ora ad un valore equivalente al 3,08%.

Tnx.PNG

Il Tf monthly aiuta a non perdere d'occhio il quadro più ampio

TnxMonthly.PNG

Circa il dato Cot-Tff, il posizionamento di fondo resta quello consueto, con i commercials net long ed i non commercials net short. In seno a tale contesto, i leveraged funds hanno accresciuto gli short ed il net short questa settimana. Il loro posizionamento resta net short su valori storicamente molto elevati.

Per inciso, rammento che gli altri non commercials - gli other reportables - includono operatori di natura professionale, quali banche minori, BC estere ecc. Non a caso di consueto il loro comportamento rispecchio di solito quello dei commercials piuttosto che quello dei leveraged funds.

10yTn.PNG

Il grafico di Barchart

https://www.barchart.com/futures/commitment-of-traders/technical-charts/ZN*0

L'analisi di Hedgopia

https://hedgopia.com/cot-peek-into-future-through-futures-how-hedge-funds-are-positioned-75/
 

Imark

Administrator
Membro dello Staff
Ieri dichiarazioni da 3 membri del board of governors FED. Tutti e tre hanno confermato l'orientamento rialzista con proiezione anche nel 2019, uno - il solo con diritto di voto, il governatore della Fed di Atlanta - ha anche detto di aver upgradato la propria stima di crescita dell'economia Usa per il prossimo anno.

Rammento che l'andamento dei rendimenti del decennale può essere seguito round the clock, ossia anche negli orari di chiusura del mercato obbligazionario Usa, al link sotto

https://www.investing.com/rates-bonds/u.s.-10-year-bond-yield-streaming-chart
 

Imark

Administrator
Membro dello Staff

Imark

Administrator
Membro dello Staff
Sta succedendo un bel casino perché i rendimenti sul decennale scendono e gli hedge funds potrebbero sentirsi indotti a ridurre la loro massiccia esposizione net short.

E se Powell ad un certo punto dichiarasse che la Fed potrebbe fare pausa nel 2019, che succederebbe, il panic selling ?
 

Imark

Administrator
Membro dello Staff
Aggiornamento settimanale sul decennale

E alla fine la correzione sul $Tnx è partita. Le premesse c'erano tutte ed erano di differente natura: dal livello relativamente alto raggiunto dai rendimenti in una fase che continua ad essere di inflazione moderata alle condizioni di ipercomprato sui rendimenti (e dunque di ipervenduto sui bond) sui Tf più lunghi - come si è cercato di rammentare postando il grafico del Tf monthly del $Tnx - fino al posizionamento estremo net short dei leveraged fund attraverso futures e opzioni sul decennale, del quale si è detto come avrebbe facilmente autoalimentato un rialzo dei corsi dei bond ove i fondi si sentissero indotti da una brusca risalita dei prezzi del decennale a chiudere i loro short (cd. short squeeze).

Alla rottura martedì scorso dei primi supporti, sma 5 e 13 affasciate sul Tf daily, faceva seguito la proiezione del $Tnx verso sma 50, per ora peraltro nemmeno toccata, che alla chiusura di venerdì corrispondeva ad un valore di 3,033%, contro il 3,077% segnato dal $Tnx.

Una rottura senza rimbalzo di sma 50 sarebbe preludio probabilmente ad un movimento profondo ma rapido. Viceversa, il rimbalzo su sma50 alimenterebbe nel breve un auspicato rimbalzo anche sull'equity, ma la eventuale successiva perdita del supporto ad un eventuale retest proietterebbe il $Tnx verso livelli più bassi con un movimento più "strutturato" e duraturo.

Tnx.PNG

Continuo a postare il Tf mensile, dà una idea più precisa di dove siamo con il movimento sui rendimenti. Se il decennale partisse in salita per qualche tempo ed i rendimenti prendessero la via del sud, la strada potrebbe non essere breve...

TnxMonthly.PNG

Circa il dato Cot-Tff, rammento come esso rispecchi la situazione a martedì scorso, sebbene sia diffuso al venerdì pomeriggio. Confermato il dato di fondo dei commercials net long e dei non commercials net short in virtù della posizione net short dei leveraged funds, quest'ultima risulta leggermente accresciuta su base settimanale. Pur essendo in qualche modo calata rispetto ai livelli record di fine estate, essa resta di consistenza importante e, per così dire, fuori squadra rispetto al dato storico.

10yTn.PNG

Il grafico di Barchart

https://www.barchart.com/futures/commitment-of-traders/technical-charts/ZN*0

L'analisi di Hedgopia

https://hedgopia.com/cot-peek-into-future-through-futures-how-hedge-funds-are-positioned-76/
 

Imark

Administrator
Membro dello Staff
...
Una rottura senza rimbalzo di sma 50 sarebbe preludio probabilmente ad un movimento profondo ma rapido. Viceversa, il rimbalzo su sma50 alimenterebbe nel breve un auspicato rimbalzo anche sull'equity, ma la eventuale successiva perdita del supporto ad un eventuale retest proietterebbe il $Tnx verso livelli più bassi con un movimento più "strutturato" e duraturo.
...
Aggiornamento settimanale sul decennale

La correzione che pareva innescata venerdì scorso ha avuto in realtà un arresto. Il rimbalzo su sma50 è avvenuto senza che il supporto fosse materialmente toccato, con le sedute della settimana trascorsa che hanno visto un recupero come supporti del $Tnx sia di sma5 che di sma13. La seduta di venerdì ha visto un rialzo pari ad un 2,33%: non è detto che sia una candela di esaurimento del rimbalzo, ma è verosimile che vi siano almeno un paio di sedute di ritorno verso sma5 e sma13.

Venerdì il $Tnx ha trovato spinta nella forza dai dati macroeconomici e in specie da quello sulla occupazione Usa, laddove il focus dei mercati azionari Usa si è rivolto piuttosto alle divergenti opinioni fra Kudlow, chief economic advisor di Trump, e Trump stesso sulla possibilità di addivenire ad accordi con la Cina che pongano fine alla trade war. E' finita con il $Tnx in forte ascesa e le borse in rosso, sebbene con perdita dimezzata nel finale di seduta.

A parte una o due sedute in cui un qualche ribasso del $Tnx pare ipotizzabile, per il resto l'ipotesi ribassista guarda alle medie mobili sopra indicate e da ultima a sma50. L'ipotesi rialzista guarda a quota 32,50, ossia 3,25% di rendimento.

Tnx.PNG

Il Tf monthly

TnxMonthly.PNG

Passando al dato Cot Tff, permane il posizionamento che ci accompagna dall'inizio del monitoraggio (commercials net long, non commercials net short in virtù delle scelte praticate dai leveraged funds). Il net short dei leveraged funds è stato solo marginalmente scalfito nella settimana precedente, laddove invece gli istituzionali hanno visto una consistente riduzione delle posizioni short.

10yTn.PNG

Il grafico di Barchart

https://www.barchart.com/futures/commitment-of-traders/technical-charts/ZN*0

L'analisi di Hedgopia

https://hedgopia.com/cot-peek-into-future-through-futures-how-hedge-funds-are-positioned-77/
 

Imark

Administrator
Membro dello Staff
Aggiornamento settimanale sul decennale

Settimana di lateralizzazione per il decennale. Il $Tnx è salito per le scale fino a giovedì ed è poi sceso con l'ascensore venerdì per chiudere grosso modo sul rendimento di inizio settimana, a quota 3,189%.

Nella sua discesa il $Tnx perdeva sma 5 e sma 13 è lì sotto, a quota 3,162%. Più sotto c'è sma 50, a 3,099%. Se nella correzione innescatasi ad inizio ottobre era stata la bollinger inferiore a segnare il punto più basso della discesa del $Tnx, stavolta arrivare a sma 50 dovrebbe essere più agevole, poiché la bollinger inferiore è ora posizionata sotto tale supporto.

Il Tf daily

Tnx.PNG

E' un contesto di lateralizzazione dei prezzi del decennale (e dei rendimenti) che andrà tenuto d'occhio, perché una rottura ribassista dei supporti chiave - quando avverrà - si porterà dietro l'equity globale e l'high yield (che, come di abitudine, si sarà avviato prima dell'equity, e farà da ulteriore canarino nella miniera di carbone per chi legge i mercati)

I trend perdono forza prima di invertirsi. Va rammentato allora che sul Tf weekly del $Tnx siamo già al quarto higher high fatto in condizioni di momentum decrescente (Rsi 13) a partire dal dicembre 2016.

Il light crude - per dire - in condizioni analoghe è arrivato a farne proprio quattro prima che arrivasse una forte correzione, appesantita da un significativo posizionamento net long su futures e opzioni del managed money, con il risparmio gestito impegnato a chiudere i long e, così facendo, ad autoalimentare il movimento ribassista dei prezzi.

Per il $Tnx le condizioni di partenza non sono simili, sono molto peggiori: i rendimenti del decennale sono ai massimi da oltre dieci anni, il posizionamento net short dei fondi sul decennale resta su livelli elevatissimi rispetto alla media storica e non lontano dai record storici assoluti visti a fine estate.

Certo, non c'è un numero di higher high fatti in momentum decrescente scritto nella pietra, dopo il quale si sa per certo che parte una correzione. Però il treno è sul binario, la destinazione è nota. Resta incognito il tempo occorrente a raggiungere la meta.

Il Tf monthly

TnxMonthly.PNG

Circa il posizionamento Cot - Tff, resta quello noto: commercials net long, non commercials net short in virtù del posizionamento dei leveraged funds. I quali ultimi nella settimana appena conclusasi (il dato è riportato venerdì pomeriggio, ma le posizioni sono quelle definite martedì scorso) hanno incrementato le posizioni short. Così hanno fatto tuttavia anche, nella settimana, gli investitori istituzionali i quali restano peraltro fortemente esposti net long sul decennale.

10yTn.PNG

Il grafico di Barcharts

https://www.barchart.com/futures/commitment-of-traders/technical-charts/ZN*0

L'analisi di Hedgopia

https://hedgopia.com/cot-peek-into-future-through-futures-how-hedge-funds-are-positioned-78/
 
Ultima modifica:
Credete sia un buon momento per acquistare etf riguardanti bond governativi globali ad alto rating con duration 7-8 tenuto conto che circa un 40-50% sono Treasury americani? I titoli dovrebbero già scontare nelle quotazioni i rialzi dei tassi americani nel 2019 che dovrebbero essere gli ultimi.
Rimane l'incognita dollaro che oggi è forte ma che potrebbe indebolirsi in seguito. A questo punto forse meglio la versione euro hedged.
 

Imark

Administrator
Membro dello Staff
Credete sia un buon momento per acquistare etf riguardanti bond governativi globali ad alto rating con duration 7-8 tenuto conto che circa un 40-50% sono Treasury americani? I titoli dovrebbero già scontare nelle quotazioni i rialzi dei tassi americani nel 2019 che dovrebbero essere gli ultimi.
Rimane l'incognita dollaro che oggi è forte ma che potrebbe indebolirsi in seguito. A questo punto forse meglio la versione euro hedged.
Comprerei direttamente i Tresuries Usa, di duration prossima ai 10 anni, confidando anche nella cd. inversione della curva dei rendimenti, di qui a qualche mese (1H/2019). Quando l'economia Usa e globale mostrasse segni di indebolimento, il dollaro si rafforzerà, come da correlazione classica.

Secondo me nel breve il dollaro potrebbe comprarsi meglio di oggi, ma è solo una opinione personale
 
Comprerei direttamente i Tresuries Usa, di duration prossima ai 10 anni, confidando anche nella cd. inversione della curva dei rendimenti, di qui a qualche mese (1H/2019). Quando l'economia Usa e globale mostrasse segni di indebolimento, il dollaro si rafforzerà, come da correlazione classica.

Secondo me nel breve il dollaro potrebbe comprarsi meglio di oggi, ma è solo una opinione personale
Ti riporto la traccia di un articolo che ho letto dove si prevede l'inversione della curva e il rafforzamento delle quotazioni dei Treasury a 10 anni e più ma questo guadagno rischia di essere eroso dalla svalutazione del dollaro...

"La curva dei rendimenti americana si invertirà nel corso del primo semestre del 2019, in concomitanza con ampie revisioni al ribasso sulle aspettative dei profitti aziendali. Questo produrrà un netto recupero dei treasuriessulle scadenze a 10 e 30 anni e un cedimento del dollaro con conseguenze positive sull’oro."

https://www.finanzaoperativa.com/no...-il-dominio-del-dollaro-sui-mercati-asiatici/
 

Imark

Administrator
Membro dello Staff
Ti riporto la traccia di un articolo che ho letto dove si prevede l'inversione della curva e il rafforzamento delle quotazioni dei Treasury a 10 anni e più ma questo guadagno rischia di essere eroso dalla svalutazione del dollaro...

"La curva dei rendimenti americana si invertirà nel corso del primo semestre del 2019, in concomitanza con ampie revisioni al ribasso sulle aspettative dei profitti aziendali. Questo produrrà un netto recupero dei treasuriessulle scadenze a 10 e 30 anni e un cedimento del dollaro con conseguenze positive sull’oro."

https://www.finanzaoperativa.com/no...-il-dominio-del-dollaro-sui-mercati-asiatici/
Non mi torna quanto dice sul Usd, concordo invece sul resto. Novelli è bravo ma il suo timing è pessimo. :D
 
Non mi torna quanto dice sul Usd, concordo invece sul resto. Novelli è bravo ma il suo timing è pessimo. :D
Spiega anche il motivo
"L’attuale forza del dollaro è temporanea perché dipende da una crisi politica in Europa e da un deflusso di capitali dai mercati emergenti”

Non è solo il suo parere ma anche un report di WisdomTree prevede un indebolimento del dollaro e un aumento della quotazione dell'oro
https://www.wisdomtree.eu/it-it/
 
Alto