Per informazioni sulla pubblicità su questo sito web: advertising@quellicheinvestono.com

EUR/USD, dove si va a parare ?

Imark

Administrator
Membro dello Staff
DSI Usd (cd Eurodollari, depositi in Usd detenuti in area Euro o cmq extra Usa), ieri: 83

Medie mobili: a 5gg = 84,8, a 10gg = 85,7, a 21gg = 79,4

Bullishness elevata per un arco di tempo prolungato.

....
Questo dato testimonia dell'appetito per i dollari in Eurozona e comunque al di fuori degli Usa. C'è persistente ottimismo circa il detenere Usd in aree dove il dollaro non è valuta domestica, nel convincimento sia dell'extrarendimento garantito dalle securities denominate in questa valuta, sia del capital gain garantito dall'apprezzamento del Usd contro la valuta locale, Euro o altra.
 

Imark

Administrator
Membro dello Staff
Rick Santelli: la salita dell'Euro è un rimbalzo imputabile al discorso di Draghi.

The real question is: how long is this gonna last ? Così ha concluso.

Voi, che avete una memoria di ferro, ricorderete senz'altro ciò di cui si parlava 2 mesi fa.

Get ready for fireworks

Potremmo esserci.

La caduta della volatilità sul forex, sull'andamento dei cambi, quale quella cui stiamo assistendo, ha coinciso con forti movimenti del Usd nei 12 mesi successivi.

In due casi si è trattato di una salita dell'Usd (1996 e 2014, in seno a fasi rialziste dell'equity, mi viene da rilevare), in un caso di una discesa (2007, all'inizio di una fase ribassista)

Get ready for fireworks.

Vedi l'allegato 1200

 

Imark

Administrator
Membro dello Staff
Poche novità per quanto riguarda l'Eur/Usd, che ha chiuso venerdì a 1,1169, una di rilievo.
...
La novità rilevante riguarda il sentiment, poiché al close di venerdì il DSI di DXY (il dollar index che comprende il dollaro opposto ad un paniere di altre valute, il 60% del quale è coperto dall'Euro) è arrivato a quota 90. Siamo in presenza di un valore di picco.

Non è detto che parta domani un balzo dell'euro, ma è questo un valore rispetto al quale sul dollaro ci si attende almeno un take profit.
...
Il 2 giugno scorso si era segnalata la situazione dell'Eur/Usd, dopo che a maggio - su valori più o meno simili, poco sopra 1,11 - si era consigliato l'alleggerimento delle posizioni in Usd, visto anche sia il posizionamento dei trader espresso dal dato Cot - Tff, sia la segnalazione proveniente da BofA ML global fund manager survey in merito alla percentuale di quanti ritenevano l'Usd sopravvalutato (post #134), entrambi elementi deponenti a favore di un rafforzamento in prospettiva dell'Eur sull'Usd.

Il tutto si aggiungeva ad una situazione grafica più volte segnalata nei mesi scorsi di annullamento prolungato della volatilità sull'Eur/Usd che in passato - quando pure si è verificata in misura inferiore rispetto all'attuale - si è tradotta in forti e repentini movimenti del cambio a favore dell'una o dell'altra valuta (rimando al post precedente questo).

La situazione grafica ha visto da allora un rafforzamento dell'Eur, uscito dal canale moderatamente ribassista sul Tf daily e da quello laterale sul Tf weekly. La settimana si è chiusa con l'Eur/Usd a 1,1369.

Il Tf daily

EurUsd.PNG

Ma è soprattutto il Tf weekly, a dare segnale di allarme rosso. Qui si è tornati alle prese con sma 200 weekly, che sarebbe stata in realtà violata con la chiusura di venerdì (è a quota 1,1355).

EurUsd weekly.PNG

Insomma, graficamente sembrerebbe che il corridore sia in attesa dello sparo dello starter. Poi magari sarà una falsa partenza, come quella verificatasi 2 settimane fa, quando c'è stato un respingimento da parte di sma 200 weekly, oppure invece siamo alla "volta buona", e in quel caso attenzione.

Date le premesse, l'Eur potrebbe non fare prigionieri, né concedersi tappe intermedie.

Le stazioni di arrivo in caso di salita dell'Eur sono sulla trendline intorno a quota 1,21-1,22 e più sopra sulla bollinger superiore monthly (1,24 ora) e su sma 200 monthly (1,2637 ora).

Sul sentiment non ho reperito dati recenti dopo quelli postati il 13 giugno, di certo c'è stato un miglioramento del sentiment sull'Eur, ma si partiva da livelli molto bassi, suppongo si sia su di una posizione neutrale di DSI, probabilmente sui 40-50 per l'Eur. Certamente buono per uno slancio rialzista dell'Eur.

Circa il dato Cot - Tff, il posizionamento di fondo non è cambiato nelle ultime 3 settimane con commercial net long (o long Eur) e non commercial net short (ossia long Usd). Di relativamente sensibile una riduzione del net short dei leveraged fund di circa 19k contratti. Resta comunque il loro un posizionamento saldo nel segno che si è detto.

euro.PNG
 

Imark

Administrator
Membro dello Staff
Attenzione, segnali molto importanti qui dal DSI.

Nonostante quanto accaduto, con l'Eur quasi a 1,14, il sentiment per l'eurodollar, ossia i depositi in Usd detenuti in Eurozona e fuori dagli Usa, è rimasto elevato, segnando ieri quota 86. In altri temini, quanto successo è stato letto in EZ e fuori dagli Usa come opportunità di acquisto di dollari a sconto, in vista di una possibile ripartenza del Usd...

L'Eur dal canto suo ha chiuso con Dsi a 44

Il DXY, strumento prettamente americano, segna un dato più neutro, con DSI a 59
 

Imark

Administrator
Membro dello Staff
Credit Agricole Fx research analyst su Cnbc: Eur/Usd looks expensive right now. Eur/Usd looks like a sell.

5 minuti di intervista dedicati a perché bisogna vendere l'Eur e comprare l'Usd.
 

Imark

Administrator
Membro dello Staff
L'Usd è un po' come un albergo infestato da scarafaggi, ma quando ti guardi intorno è sempre il miglior hotel disponibile su piazza, dice l'intervistatore Cnbc, e anche questo ospite, di una boutique finanziaria a me ignota, conferma che sì, l'Usd è destinato a salire, specie contro l'Eur...
 

Imark

Administrator
Membro dello Staff
Settimana tranquilla per l'Eur/Usd, con chiusura pressoché invariata sul close precedente a 1,1373, +0,02% w-o-w

Sebbene non si sia andati da alcuna parte, e non sia detto che l'Euro non vada incontro a passi indietro nell'immediato futuro, si è trattato di una settimana graficamente interessante.

Il Tf daily vede l'Eur/Usd recuperare anche sma 200, l'unica linea di prezzo lunga che ancora lo sovrastava, e chiudere al di sopra di essa. Sma 200 ha sostenuto i prezzi durante la settimana a fronte dei tentativi di recupero dell'Usd, mentre le proiezioni rialziste sono state contenute da sma 5, ora a 1,1376, con la bollinger superiore a 1,1423.

In caso di discesa dell'Euro, sma 200 a 1,1348 offre supporto, sotto c'è sma 13 a 1,1306

EurUsd.PNG

Il Tf weekly segna la seconda chiusura di Eur/Usd sopra la propria sma 200, con sopra sma 13 a 1,1389 e la bollinger superiore a 1,1404. Sotto c'è appunto sma 200 a 1,13484 e poi sma 5 rinveniente a 1,12908.

EurUsd weekly.PNG

Circa il DSI, sono fermo ai dati di lunedì sera e, considerato l'andamento laterale del cambio da allora, è molto verosimile che si sia rimasti da quelle parti (post #164)

Da ultimo il dato Cot-Tff segna un posizionamento invariato, net long per i commercial e net short per i non commercial. In settimana, fra i primi asset manager/istituzionali hanno aggiunto in misura consistente al net long (circa 18k contratti su un totaledi 164k net long), fra i secondi i leveraged fund hanno marginalmente incrementato il net short, mentre in misura maggiore hanno ridotto il net long (ora consistente in soli 7k contratti) gli other reportable.

euro.PNG
 

Imark

Administrator
Membro dello Staff
Continua per ora a funzionare nel senso per cui tutto ciò che è potenzialmente buono per l'economia Usa sostiene l'Usd, e tutto ciò che vale manifestazione di debolezza è buono per l'Euro, che oggi infatti torna indietro
 

condor74

Well-known member
Piccolo aggiornamento grafico sull'eur/usd, che su TF daily ieri ha perso sia sma13 che la bollinger mediana in area 1.13 e oggi combatte lì attorno.

Dai minimi del 30 maggio a 1.1115 (per inciso una tipica candela doji, segnale di inversione), è partito il rimbalzo dell'euro, alimentato dalle ben note mosse e contromosse delle banche centrali, al di là e al di qua dell'oceano. Come è stato ricordato più volte in questo forum, le scelte delle due banche centrali sono anche il risultato di aspettative diverse sulla salute dell'economia USA e UE.

Tale rimbalzo ha condotto il cross a 1.1414 (in corrispondenza della bollinger superiore, TF weekly), per poi ripiegare e rompere appunto sma13 e la bollinger mediana.

Il cross sembra inserito in un canale ascendente, e se il movimento correttivo continuasse nei prossimi giorni, se ne potrebbe testare il lato inferiore, forse in area 1.126 dove abbiamo sma100 daily. più che mai, imho

1658
 

Magician

Well-known member
Be ‘Prepared for Anything’ as Trump Slams Europe, China on FX

U.S. President Donald Trump’s latest accusation of currency manipulation has foreign-exchange analysts game-planning the administration’s next move.

Trump tweeted Wednesday that Europe and China are playing a “big currency manipulation game,” days after he declared a tariff ceasefire with Chinese leader Xi Jinping. For market observers, the president seemed to suggest going beyond mere jawboning. His call to “MATCH, or continue being the dummies who sit back and politely watch as other countries continue to play their games” has strategists considering the possibility that the U.S. Treasury could intervene to weaken the dollar.

The U.S. hasn’t intervened in FX markets since 2011, when it stepped in to strengthen the dollar as part of an international effort after the yen soared in the wake of that year’s devastating earthquake in Japan. But with Trump’s repeated complaints about dollar strength -- even after the U.S. refrained from formally labeling China a currency manipulator at the end of May -- anything is on the table, according to Canadian Imperial Bank of Commerce.

Presidential ‘Obsession’

“The obsession with currency manipulation -- a month after the last Treasury report had different conclusions -- means we should be prepared for anything,” said Bipan Rai, CIBC’s North American head of foreign-exchange strategy. “The Treasury hasn’t intervened to weaken the dollar for decades, but we wouldn’t be surprised if that changes potentially under Trump.”

The euro touched the day’s high on Trump’s tweet before retreating. The latest missive did little to rattle the offshore yuan, which is roughly unchanged on the day near 6.88 per dollar. The Bloomberg dollar index is down about 0.4% this year, after a 3.2% gain in 2018. But using a Federal Reserve trade-weighted measure, the dollar is not far below the strongest since 2002, which threatens to make U.S. exports less competitive abroad.

The risk of intervention increases should the Fed decide not to ease policy at its meeting this month, Rai said. Trump has staged a pressure campaign against Fed Chairman Jerome Powell in recent months, comparing the central bank to a “stubborn child” last month for not cutting rates.
Even if the Fed does lower rates in a few weeks -- a move that bond traders overwhelmingly expect -- that might not be enough for the president, according to Bank of America Corp.
“The president is likely to get his way at least for the time being,” foreign-exchange strategist Ben Randol said via email.

“However, the problem arises if U.S. economic outperformance continues and the dollar proves accordingly resilient,” he said. “In that case, the temptation to intervene in FX markets will increase if Fed cuts don’t do the trick.”

 

condor74

Well-known member

Da verificare, come tutto, con grafici alla mano...
Mah, il quadro a 4h mi sembra molto compresso ma non riesco a vedere motivi grafici per un indebolimento dell'euro su questo TF. Piuttosto su tf daily abbiamo l'incrocio ribassista di sma5 con sma13, così come su MACD. Incrocio ribassista di sma5 con sma13 anche su TF 1h. IMHO rimane possibile il test del lato inferiore del canale all'interno del quale il cross è inserito.

Che ne pensate?

1677
 

Imark

Administrator
Membro dello Staff
Può darsi ci sia ancora da pazientare un poco (un primo test lo vedremo con il meeting Fed di primo mese, però), se si ripete la vicenda del 2007, maturata in analoghe condizioni grafiche, il rafforzamento dell'Eur guiderà l'ultima fase del bull market, onde consentire a chi di dovere di vendere securities in Eur e di riesporsi all'Usd a sconto prima della partenza del bear market.
 

Imark

Administrator
Membro dello Staff
Del dato del NF Payrolls si avvantaggia ovviamente l'Usd, che si apprezza di uno 0,4% largo mentre scrivo.
 

condor74

Well-known member
Sma50 daily e sma13 weekly rotte, al ribasso ovviamente.
Sul daily è uscito dal canale rialzista del post #172
 
Ultima modifica:

Imark

Administrator
Membro dello Staff
Vista la poca mobilità del cambio e la mancanza del dato Cot - Tff rimando l'aggiornamento a lunedì.
 
Ultima modifica:

Imark

Administrator
Membro dello Staff
Si continua a seguire l'Eur/Usd nonostante continuino per ora a mancare segnali direzionali chiari di breve, dopo che circa 3 settimane fa l'Eur sembrava pronto ad una proiezione rialzista che invece non si è verificata.

Dopo una settimana di calo ed una di recupero l'Eur/Usd ha chiuso venerdì a quota 1,1271.

In realtà in questa fase l'Eur ha preso a muoversi in seno ad un canale rialzista sul Tf daily, quello descritto da Condor 74 nei post #169 e #172, e ne ha recentemente sondato il versante inferiore per poi ripartire verso l'alto martedì, in concomitanza con il raggiungimento da parte dell'Eur di livelli di sentiment basso (sotto quota 20 di DSI)

EurUsd.PNG

Tralascio il Tf weekly, che non mi pare dare indicazioni di sorta, passo al Tf monthly solo per fare rilevare come top e bottom delle ultime settimane sono rispettivamente contenuti da sma 13 discendente (1,389) e da sma 5 risalente (1,249)

EurUsd monthly.PNG

Si rammenta che la lunga fase a volatilità ridotta esprime una elevata possibilità di un movimento forte e repentino del cambio, come già verificatosi in passato in analoghe situazioni. Una serie di elementi che si rinvengono leggendo a ritroso qualche pagina di post sul 3D inducono chi scrive a ritenere che la direzione sarà quella di un rafforzamento del'Euro sul Usd, ma chiaramente non c'è alcuna certezza su questo.

Del Dsi si è detto nel post precedente a questo. E' da ritenere che sia un po' migliorato dopo martedì, ma dovremmo essere al più in area neutrale bassa (valori di DSI fra 20 e 30).

Il dato Cot-Tff continua a supportare il long Eur, vedendo appunto i commercials sul net long in virtù del posizionamento di asset manager/istituzionali e i non commercial sul net short in virtù del posizionamento dei leveraged fund. Sia gli asset manager/istituzionali che i leveraged fund hanno incrementato in settimana il proprio posizionamento nel novero del mid-high single digit.

euro.PNG
 
Alto