Per informazioni sulla pubblicità su questo sito web: advertising@quellicheinvestono.com

MpS senior e sub

waltermasoni

Moderatore
Membro dello Staff
B.Mps: in corso Cda straordinario su vendita Npl (fonti) 29/06/2020 18:05 - MF-DJ
MILANO (MF-DJ)--E'' in corso il Consiglio di amministrazione straordinario di B.Mps che, al vaglio, avrebbe la scissione di un portafoglio di crediti deteriorati di grandi dimensioni. E'' quanto spiegano fonti a MF-Dowjones. Indiscrezioni stampa dei giorni scorsi davano conto di un progetto di de-risking da circa 9 mld lordi (circa 4,3 miliardi netti). Nell''operazione dovrebbe essere coinvolta Amco, la ex Sga, societa'' specializzata controllata dal Tesoro. Mps ha gia'' ricevuto un via libera informale da parte della Commissione Ue riguardo all''operazione di scissione parziale di una consistente porzione di crediti deteriorati del gruppo. L''operazione - anticipata da MF - e'' allo studio e sono in corso le interlocuzioni con le autorita'' di vigilanza. A fine maggio intervenendo in conferenza stampa a Bruxelles la commissaria alla concorrenza Margrethe Vestager, interpellata sul tema, aveva affermato: "abbiamo dato rassicurazioni" alle autorita'' italiane. La misura "e'' stata decisa prima che la crisi del Covid-19 esplodesse". Oltre al via libera del Cda di Mps - in corso in queste ore - manca ancora l''autorizzazione formale della Bce.
cce
 

Buyorsell

Moderatore
Membro dello Staff
Qui è indicata la tempistica dei prossimi passaggi.
 

waltermasoni

Moderatore
Membro dello Staff
Banca MPS - BMPS e AMCO approvano l`operazione di spin-off degli NPE di BMPS 30/06/2020 11:20 - EQ
I CdA di (BMPS.MI) e di AMCO hanno approvato l`operazione di scissione parziale del compendio costituito da NPE ad AMCO (spin-off degli NPE).
In particolare l`operazione prevede la scissione di 8.1bn di NPE lordi (59% NPL, 41% UTP) o 4.2bn netti, a fronte di un bridge loan da 3.2bn e il contributo per 1.1bn di capitale da parte di BMPS. Il prezzo implicito di trasferimento degli NPE è pari a 38 cent. e la DG Comp ha ritenuto l`operazione in linea con le condizioni di mercato.
La scissione permetterà a BMPS si ridurre sensibilmente l`NPE Ratio dal 13.2% del 1Q20 al 4.3%.
Il CET1 FL è invece previsto scendere dal 11.9% del 1Q20 all`11.1%, ie 227bps di buffer sopra la soglia SREP (8.8%).
L`operazione prevede l`emissione di nuove azioni AMCO da assegnare agli azionisti BMPS secondo un rapporto 0.4 azioni AMCO per ogni azione BMPS oggetto di annullamento (in quanto conferita nel compendio). Il criterio di distribuzione prevede che il MEF contribuisca al 90% al patrimonio di BMPS trasferito nel compendio, in cambio di azioni AMCO. Ai soci di minoranza è riservata la possibilità di non concedere azioni BMPS in cambio di azioni AMCO. In tale caso (opzioni asimmetrica), gli azionisti - che non vedranno annullate le proprie azioni BMPS - beneficeranno di un incremento della propria partecipazione in BMPS (conseguente all` annullamento delle azioni in capo al MEF).
Riteniamo questa eventualità come la più probabile e nel caso di esercizio integrale dell`opzione asimmetrica il MEF si diluirebbe al 64% (dal 68%).
Le assemblee straordinarie di BMPS e AMCO si terranno entro settembre 2020 trascorsi almeno 30 giorni dal rilascio dell`autorizzazione da parte della BCE.
La scissione dovrà essere stipulata entro il 15 novembre ed è subordinata all`autorizzazione BCE. Il diritto di recesso è limitato a 150mn (il prezzo di recesso sarà pari al prezzo medio dei 6 mesi precedenti la convocazione dell`assemblea), riteniamo che il rischio associato al recesso dei soci sia basso visto che il prezzo di recesso dovrebbe rimanere al di sotto dei prezzi di mercato e vista la possibilità del MEF di poter intervenire acquisendo una parte sostanziale dell`eventuale receduto.
Notizia positiva in quanto il deal, a fronte di una sostanziale neutralità sul TEPS, comporta una significativa pulizia dell`attivo di BMPS e ne aumenta l`appeal speculativo in quanto favorirebbe un possibile scenario di aggregazione.
 

waltermasoni

Moderatore
Membro dello Staff
ESCLUSIVA-Mps guarda a Banco Bpm per possibile fusione, Tesoro prepara uscita 30/06/2020 18:06 - RSF
di Giuseppe Fonte e Elisa Anzolin
ROMA/MILANO, 30 giugno (Reuters) - Monte dei Paschi (BMPS.MI) valuta scenari di integrazione con altri istituti compreso Banco Bpm (BAMI.MI), mentre il Tesoro sta predisponendo un decreto per regolare l'uscita da Siena, secondo quanto riferiscono due fonti a conoscenza del dossier.

Il ministero dell'Economia detiene il 68% di Mps dopo il salvataggio del 2017 e si è impegnato con le autorità europee a privatizzare la banca entro fine 2021.

Una delle fonti ha detto che "una potenziale integrazione tra le due banche" è stata al centro di un colloquio oggi tra l'amministratore delegato del Banco Bpm, Giuseppe Castagna, e la presidente di Mps Patrizia Grieco.

Castagna è stato visto da Reuters mentre lasciava la sede di Mps a Milano. Non ha risposto quando gli è stato chiesto se avesse incontrato Patrizia Grieco.

Una seconda fonte vicina al dossier ha detto che Mps ha avviato lo screening dei possibili interessati, ma il Tesoro non ha al momento preso concretamente in considerazione nessuna ipotesi.

Per attirare potenziali partner, Mps ieri ha approvato il progetto di scissione parziale in favore di Amco, la bad bank del Tesoro, di crediti deteriorati per oltre 8 miliardi lordi.

Il ministero non ha risposto a una richiesta di commento mentre Mps non ha commentato.

Un portavoce di Banco Bpm "smentisce seccamente qualsiasi tipo di dialogo in merito a operazioni in corso con Mps".

Il decreto in via di preparazione, un Dpcm, autorizza il Tesoro "a procedere alle operazioni straordinarie" necessarie a dismettere la quota in Mps, secondo una bozza vista da Reuters.

La cessione "potrà essere effettuata in una o più fasi", tramite un'offerta pubblica di vendita rivolta a investitori retail italiani, compresi i dipendenti di Mps, o istituzionali.

Tra le modalità in esame, il decreto cita anche trattative dirette o operazioni straordinarie, incluse fusioni.

(Hanno collaborato Stefano Bernabei, Andrea Mandalà e Gianluca Semeraro, in redazione a Roma Angelo Amante)
((giuseppe.fonte@thomsonreuters.com; +390685224393;))
 

Prudens

Well-known member
dico che e’ un articolo positivo in chiave speculativa..
in tempi no Covid la 8% sarebbe andata a 115(l’anno passato era a 110 con niente in mano)
per le senior no problem
sono d'accordo e lo scrivevo anche in un post di qualche tempo fa che sarebbero rimaste a valori più bassi. ovviamente non è il Covid in sé il problema (per ora), ma l'impatto che sta avendo sul bilancio dell'Italia e sulle sue banche.
 

Prudens

Well-known member
voci voci

01/07/2020 08:55 MF-DJ
MILANO (MF-DJ)--La scissione della bad bank e l''espulsione dal bilancio di oltre 8 miliardi di crediti deteriorati possono imprimere un''accelerazione al dossier Mps. Sbloccata la pulizia dell''attivo, il Tesoro (che oggi e'' primo azionista dell''istituto senese al 68%) avrebbe gia'' iniziato a ragionare sul processo di privatizzazione individuando in Banco Bpm il soggetto ideale per gestirla. Il primo passo dovrebbe essere la stesura dell''exit plan, il documento che fissera'' le prossime tappe, a partire dalle modalita'' di uscita dello Stato dal capitale. Attesa inizialmente per fine 2019, scrive MF, la presentazione del piano era stata rinviata inizialmente per la complessita'' del processo di scissione e poi per il sopraggiungere dell''emergenza sanitaria. Oggi pero'' i due ostacoli sembrano smarcati e a Roma i tecnici del Tesoro avrebbero ricominciato a lavorare sul documento che, oltre alle tempistiche e ai relativi passaggi tecnici, dovra'' indicare anche i possibili partner. Tra i nomi dei non moltissimi candidati ieri l''agenzia Reuters citava quello di Banco Bpm, anche alla luce di una recente visita del ceo Giuseppe Castagna al quartier generale milanese del Monte. Non c''e'' dubbio che, in materia di m&a, la possibile integrazione tra Intesa Sanpaolo e Ubi e l''acquisto delle filiali del gruppo lombardo da parte di Bper fanno oggi di Piazza Meda l''unica banca medio-grande ancora ferma sulla linea di partenza. Sfumata a marzo l''opportunita'' di un blitz di Ubi, oggi la lista dei possibili target di Banco Bpm e'' molto ristretta e comprende ovviamente Mps. Ecco perche'', malgrado la smentita dell''istituto, l''ipotesi di un apparentamento appare credibile e in tale direzione sembra che stia lavorando una banca americana molto attiva sul mercato italiano. red/lab
 

Prudens

Well-known member
e un po' di calcoli

01/07/2020 09:35 MF-DJ

MILANO (MFDJ)--Equita Sim conferma la raccomandazione buy e il prezzo obiettivo a 1,8 euro su Banco Bpm (-0,75% a 1,318 euro) e il rating hold con Tp a 1,3 euro su B.Mps (+1,2% a 1,596 euro). La stampa riporta che "ieri si sarebbe tenuto un incontro fra il Ceo di Banco Bpm e il presidente di Mps per valutare un''ipotesi di business combination. L`indiscrezione ci sembra quasi scontata visto che il MEF ha l`obiettivo dichiarato di ridurre la propria partecipazione in Mps (63% post spin-off degli NPE ad Amco), l`Ops di Intesa Sanpaolo su Ubi B. accelera il percorso di consolidamento del settore e rende necessario un rafforzamento degli altri player, le opzioni a disposizione per Banco Bpm dal punto di vista della crescita esterna, escludendo Mps, sono sostanzialmente inesistenti", commentano gli esperti. "Lo scenario di un`aggregazione tra" i due istituti "ci sembra pero'' molto prematuro visto che Mps deve completare il piano di derisking annunciato ieri entro fine anno. E` tuttavia evidente che - post cessione degli 8 mld di NPE ad Amco - con un NPE ratio al 4% e un CET1 dell''11%, Mps diventa un target di M&A molto piu'' appetibile rispetto al passato", sottolinea Equita. L''entita'' combinata, secondo i calcoli degli analisti, "avrebbe un NPE ratio del 7% (9,2% stand-alone per Banco Bpm) e un CET1 dell''11,9% (Banco Bpm stand-alone 12,6%): ipotizzando un''operazione carta contro carta e un concambio di 1 azione Banco Bpm per ogni Mps (che implica un premio del 18% a Banco Bpm), il MEF si ridurrebbe dal 64% al 25%: ipotizzando 1,1 mld di oneri di ristrutturazione per ridurre l''NPE ratio al 5% (4 mld di cessione) e il numero di dipendenti del 10%, il CET1 scenderebbe a circa l''11,2%, da cui deriverebbe una probabile necessita'' di aumento di capitale. Oltre alla ricapitalizzazione, che potrebbe pero'' essere l`occasione per ridurre ulteriormente la quota del MEF, uno dei principali ostacoli ad una business combination e'' rappresentato dalle cause legali in capo a Mps, il cui petitum ammonta a 4,8 mld di cui 2 mld rappresentano un elemento company specific (vale a dire contenziosi e richieste stragiudiziali connesse alle informazioni finanziarie diffuse nel periodo 2008-2015). Anima ha degli accordi di partnership sia con Mps (fino al 2030) che con Banco Bpm (fino al 2037) e stimiamo che rappresentino rispettivamente il 10% e il 26% degli asset in gestione di Anima (o 15-20% e 48% ex AUM di Poste). Un''operazione tra le due banche ridurre in maniera significativa i dubbi sulle prospettive di Anima relative al canale di distribuzione con Mps, che rappresenta uno dei principali timori sul titolo", conclude Equita. Anima H. +1,36% a 3,88 euro.
 

Buyorsell

Moderatore
Membro dello Staff

Banche: Bce non penalizzerà aggregazioni con richieste capitale

MILANO (MF-DJ)--La Banca centrale europea (Bce) ha pubblicato oggi una guida per la consultazione che mira a chiarire il suo approccio di vigilanza ai progetti di consolidamento che coinvolgono le banche dell'area dell'Euro.
Francoforte utilizzerà i suoi strumenti di vigilanza al fine di facilitare progetti di consolidamento sostenibile. Tali progetti devono basarsi su un piano commerciale e di integrazione credibile, migliorare la sostenibilità del modello aziendale e rispettare elevati standard di governance e gestione dei rischi.
La Bce non penalizzerà piani di integrazione credibili con requisiti patrimoniali più elevati. Il punto di partenza per il capitale sarà la media ponderata dei requisiti patrimoniali del secondo pilastro delle due banche e delle linee guida del pilastro 2 prima del consolidamento;
guarderà all'uso del badwill da parte delle banche per la riduzione del rischio e gli investimenti a valore aggiunto; accetterà l'uso temporaneo di modelli interni esistenti, soggetto a un solido piano di lancio.
La Bce incoraggia le parti che prevedono il consolidamento a impegnarsi nelle fasi iniziali del processo. Ciò consentirà di fornire un feedback preliminare su tali progetti.
Con la pubblicazione di questa guida, la Bce intende chiarire in che modo le autorità di vigilanza utilizzano i propri poteri in relazione ai progetti di consolidamento - come annunciato da Andrea Enria durante la sua conferenza stampa di gennaio - e invita i commenti delle parti interessate. "Una maggiore trasparenza mira a rendere le azioni di vigilanza più prevedibili ed evitare percezioni errate delle aspettative di vigilanza", spiega una nota.
Il consolidamento può aiutare le banche dell'area dell'Euro a realizzare economie di scala, a diventare più efficienti e a migliorare la loro capacità di affrontare nuove sfide come la digitalizzazione. La redditività e la sostenibilità dei modelli di business delle banche sono tra le priorità di vigilanza per il 2020 e sono importanti per aumentare la resilienza delle banche e la loro capacità di servire l'economia, anche nel contesto della pandemia di coronavirus (Covid-19).
com/cce
(END) Dow Jones Newswires
July 01, 2020 09:52 ET (13:52 GMT)
 

waltermasoni

Moderatore
Membro dello Staff
Amco: dopo Mps e Bari Fitch conferma rating a livello Investment Grade 01/07/2020 19:05 - MF-DJ
MILANO (MF-DJ)--Fitch ha confermato il rating di Amco a livello Investment Grade: il Long-Term Issuer Default Rating (IDR) e'' ''BBB-'' con outlook stabile, e il Short-Term Foreign Currency IDR e'' ''F3''. La conferma - spiega una nota - avviene a seguito dei recenti annunci delle transazioni relative a B.P. Bari e Monte dei Paschi di Siena, che - secondo l''agenzia di rating - rinforzano la vicinanza di Amco al Governo. Fitch mantiene cosi'' l''allineamento tra il rating long-term di AMCO e il rating long-term attribuito all''Italia.
com/cce
 
Alto