Per informazioni sulla pubblicità su questo sito web: advertising@quellicheinvestono.com

Obbligazionisti Astaldi: coordinamento per azioni legali

#3
Buongiorno, anch'io rappresento due lotti del bond in questione. Vorrei avere maggiori e più specifiche informazioni sull'iniziativa che state portando avanti, in maniera tale da potermi unire a voi. Grazie
 
#4
Ciao, ma in pratica, che succede una volta che il ns. gruppo rappresenta il 10% (o oltre) dei bond-holder ?? Cortesemente, potete riassumere quali sono gli scenari possibili ? grazie
 
#6
Buonasera, a mero titolo informativo ed esplicativo, vi comunico quanto segue: a seguito della notizia apparsa sul sole 24 ore in merito ad una conference call tenutasi a Londra tra lo studio legale Paul Hastings e rappresentanti di bondholders Astaldi, ho contattato l'Avv. Cova, partner in Italia del succitato studio. E' emerso che lo studio non ha al momento alcun mandato a rappresentare i bondhoders e qualora dovesse avere tale incarico, sarebbe comunque di rappresentanza dei soli bondholders istituzionali. Noi bondholders retail per ottenere qualcosa dovremo dunque riunirci in un gruppo/associazione e rivolgerci o ad un legale che ci rappresenti nella vicenda o ad un'associazione di consumatori che si interessi della questione.
Ritengo comunque che, qualora lo studio Hastings ottenesse il mandato di cui sopra e noi retail riuscissimo a riunirci e farci degnamente rappresentare, sarebbe opportuno fare in modo che le strategie operative dei rappresentanti legali sia degli istituzionali che dei retail convergessero.
In attesa di sviluppi, ancora buona serata
 
#7
Buon giorno, anche io come tutti voi, sono rimasto scottatto dalla vicenda Astaldi, ma c'è ancora speranza, i giochi non sono chiusi, perciò dobbiamo rimanre fiduciosi ed uniti.
So che ci sono diversi comitati è credo che siano tutti molto simili, l'importante è fares quadra, più si è meglio è.
Personalmente mi sono rivolto ad uno studio legale già attivo per la tutela dei risparmiatori in altri casi eclatanti, da ultimo la vicenda MPS.
Se a qualcuno può interessare, contattatemi, oppure scrivete per info sull'iniziativa a info@studiolegalenmpn.com
 

accident

Well-known member
#8
Per coloro che in via alternativa volessero aderire all'iniziativa dell'Aduc potranno scrivere direttamente al Dott.D'ORTA dell'Aduc al seguente indirizzo mail

g.dorta@aduc.it

oppure contattare l'associazione Aduc tramite sito internet

www.aduc.it

http://investire.aduc.it/


La proposta di assistenza dell'Aduc a tutti i possessori dei bonds ed azioni Astaldi , attraverso il Legale dell' associazione ed il Consulente finanziario -Responsabile della tutela del risparmio- è ad un costo fisso, omnicomprensivo ed accessibile per tutti.

Lo scopo dell'associazione è quello di tutelare tutti i piccoli risparmiatori e non lasciar indietro nessuno.

Tengo , altresi , a precisare che non sarà importante lo strumento che si utilizzerà, se Aduc o altra iniziativa, l'importante sarà far sentire anche la voce dei retailers possessori del bond.
 
Ultima modifica:

paologorgo

Well-known member
#9
Per coloro che in via alternativa volessero aderire all'iniziativa dell'Aduc potranno scrivere al seguente indirizzo mail:

obbligazionisti.astaldi@gmail.com

la mail di adesione verra' girata direttamente al Dott.D'ORTA dell'Aduc che comunque é contattabile a :
g.dorta@aduc.it

Tengo a precisare che non sarà importante lo strumento che si utilizzerà, se Aduc o altra iniziativa, l'importante sarà far sentire anche la voce dei retailers possessori del bond.
Vado un po’ OT: spero me lo consentirete in questo weekend lungo.

Giuseppe D’orta scriveva tanti anni fa sul FOL con il nickname Voltaire.

Erano davvero gli inizi dei forum di finanza, ed i suoi interventi erano sempre tra i più preparati ed interessanti.

È decisamente uno degli autori ‘virtuali’ da cui più ho imparato (almeno per il mercato italiano, che ho poi abbandonato).
 

accident

Well-known member
#10
Vado un po’ OT: spero me lo consentirete in questo weekend lungo.

Giuseppe D’orta scriveva tanti anni fa sul FOL con il nickname Voltaire.

Erano davvero gli inizi dei forum di finanza, ed i suoi interventi erano sempre tra i più preparati ed interessanti.

È decisamente uno degli autori ‘virtuali’ da cui più ho imparato (almeno per il mercato italiano, che ho poi abbandonato).
ti ringrazio, sono certo che al buon "Voltaire" fara' senz'altro piacere ricevere complimenti da te.
il Nickname che aveva scelto ben rispecchia la sua personalità:.....geniale.....anticonformista e filantropo.
😉
 
Ultima modifica:
#11
Buongiorno a tutti, con l’occasione degli auguri per le festività in arrivo il Consiglio Direttivo del Comitato Bondholders Astaldi vuole cogliere l’occasione per fare il punto sui lavori in corso per la difesa degli interessi degli associati nei confronti di Astaldi Spa.
E’ di ieri la notizia che il Tribunale di Roma ha concesso ad Astaldi, a fronte di un prestito di 75 milioni dal fondo Fortress, una proroga di 60 giorni del termine per la presentazione da parte della stessa società della proposta concordataria, del piano e di tutta la documentazione prevista.
Questa è finalmente la buona notizia che aspettavamo, in quanto scongiura lo scenario peggiore, quello del fallimento della società. Da questo momento si comincerà a lavorare davvero sul piano: sui dettagli di esso cercheremo di incidere anche noi, forti della nostra struttura associativa (che rappresenta oltre 55 milioni di obbligazioni, dato in continua crescita) e della consulenza di uno studio legale di primo livello quale è Legance.
La proroga del concordato fornisce anche a noi l’occasione di prolungare il termine per l’adesione al nostro Comitato: l’iscrizione sara’ possibile fino al 14 febbraio 2019. La logica è semplice: più siamo, più contiamo al tavolo del negoziato con Astaldi, e potremo influenzare il voto sul concordato!
Come già sapete iscriversi è semplice: basta seguire le istruzioni che si trovano sul nostro sito www.bondholderastaldi.it.
Ricordiamo che lo statuto approvato dall’assemblea in data 15 dicembre 2018 prevede l’obbligo del versamento di due quote: la quota associativa di € 30(https://www.bondholdersastaldi.it/iscrizione-associazione/versamento-quota-associativa) e del contributo per il pagamento dell Studio Legale Legance di € 525 a lotto (https://www.bondholdersastaldi.it/versamento-quota-aggiuntiva-legance), che copre tutti i costi fino alla omologa del concordato.
Come sapete, in base al nuovo Statuto approvato dall’Assemblea della nostra associazione il 15.12.2018, l’eventuale pro quota non utilizzato di quanto versato verrà restituito agli associati al completamento dello scopo sociale.
La strada per risolvere la questione con Astaldi è ancora lunga, ma siamo fiduciosi che la forza della struttura che ci siamo dati e la nostra compattezza e chiarezza di intenti ci aiuteranno a centrare l’obiettivo.
Possiamo quindi affrontare con serenità gli impegni che ci aspettano e augurare a tutti noi di passare un Natale di gioia insieme ai nostri cari, ricaricandoci di energie per affrontare al meglio le sfide che ci aspettano all’inizio del 2019.
A tutti quindi tanti cari auguri di Buon Natale e Felice Anno Nuovo!


Consiglio direttivo
Comitato Bondholders Astaldi
 
#14
Aggiornamento dal comitato BONDHOLDERSASTALDI.IT :

(ANSA) – MILANO, 4 FEB – E’ stata fissata per mercoledì 6 febbraio l’udienza camerale dal Tribunale di Roma che dovrebbe vedere la nomina del rappresentante unico degli obbligazionisti di Astaldi. La nomina era stata richiesta dallo Studio Legale Legance per conto del Comitato Bondholders Astaldi, cha ad oggi rappresenta 60 milioni di euro di obbligazioni del general contractor romano. Il ruolo del rappresentante sarà di coordinare il fronte di tutti i possessori degli 890 milioni di obbligazioni Astaldi, non solo quelli del Comitato. Nel frattempo si attendono le offerte vincolanti dei pretendenti ad Astaldi (il gruppo giapponese Ihi e l’italiano Salini Impregilo). Sulla base delle offerte dovrebbe essere definito il piano di ristrutturazione dell’azienda, su cui anche i bondholder saranno chiamati a votare. “Il 14 febbraio è infatti alle porte e senza la presentazione di un piano basato sull’uno o sull’altra offerta si potrebbe (il condizionale e’ d’obbligo) arrivare all’entrata in amministrazione straordinaria di Astaldi – ha spiegato Stefania Pensabene, vicepresidente del Comitato Bondholders -. Il Comitato, pur restando in attesa di conoscere i dettagli delle offerte, sarebbe sicuramente più favorevole a un piano basato sulla ricapitalizzazione e il rilancio dell’azienda insieme a un solido partner estero (Ihi) in una logica industriale internazionale, mentre il progetto di sistema sembrerebbe avere una maggiore complessità realizzativa e soprattutto una logica industriale meno vincente”.fonte (ANSA).
 
#15
NOMINATO IL RAPPRESENTANTE COMUNE DEGLI OBBLIGAZIONISTI ASTALDI
Il Tribunale di Roma nomina il Dott. Tiziano Onesti
Compenso interamente a carico della società Astaldi

Roma, 20 febbraio 2019 - Il Comitato Bondholders Astaldi, che rappresenta oltre € 60 milioni di obbligazioni della società Astaldi Spa, ha ottenuto la nomina da parte del Tribunale di Roma del rappresentante comune degli obbligazionisti. A seguito dell’udienza tenutasi in data di ieri, il collegio infatti ha accolto la richiesta di nomina presentata dallo Studio Legance per conto del Comitato e ha inoltre accolto la richiesta del Comitato di porre il compenso del rappresentante comune interamente a carico di Astaldi. Il rappresentante comune e’ il Dott. Tiziano Onesti.

La nomina del rappresentante unico mette un primo punto fermo nella battaglia del Comitato Bondholders Astaldi per ottenere una giusta tutela degli interessi dei propri associati nell'ambito del concordato che vede coinvolta la società: grazie al rappresentante, infatti, sarà possibile compattare il fronte di tutti gli obbligazionisti (per un valore di € 890 milioni) in modo da muoversi in maniera coordinata e possibilmente univoca nei confronti della società, all'interno del percorso tracciato dal concordato.

Il dott. Onesti è professore universitario ordinario di economia aziendale presso l’Università di Roma Tre con vari incarichi in consigli di grandi società tra cui, a titolo esemplificativo, Trenitalia S.p.A. e Italtel S.p.A. (di cui è in entrambi i casi presidente) nonché è sindaco effettivo in Ford Italia S.p.A. e ENI Trading S.p.A.
 
Alto