Per informazioni sulla pubblicità su questo sito web: advertising@quellicheinvestono.com

S&P 500: dati, analisi ed elementi per il trading

Tony

Well-known member

Tony

Well-known member
Un po' di paura vera stavolta si è vista.

1593377387257.png

Volumi significativi in termini assoluti, a prescindere dal fatto che non si sia trattato di un down day Nyse estremo, né numericamente, né da un punto di vista volumetrico.

1593377478853.png
 

Tony

Well-known member
Aggiornamento settimanale S&P 500

Continua il movimento laterale in essere da circa 4 settimane, la settimana corrente ha visto una discesa dell'S&P 500 con close venerdì a quota a 3.009,05, in calo del 2,86% w-o-w.

Bear market rally oppure ripresa rialzista che porterà a nuovi massimi di S&P 500 ? La settimana conclusasi non ha sciolto l'arcano e quindi si continua a riportare l'estensione massima corrente della discesa, a prescindere dal fatto che la risalita sia un rimbalzo o piuttosto una ripresa rialzista che porterà a nuovi massimi per S&P 500.

Restiamo dunque ancora in seno ad un bear market (calo > 20% dai massimi) con ad oggi la seguente estensione: dal massimo al minimo intraday - 35,40%; dal massimo al minimo al close daily: -33,794%.

Sul newsflow, rinvio a quanto detto nel 3d di monitoraggio del T-Bond decennale USA, notando come la settimana conclusasi sia stata ricca da ogni punto di vista, dal newsflow relativo alla situazione sanitaria a quello dei dati macroeconomici Usa.


E' da un mese circa che S&P 500 si muove lateralmente, senza trovare la forza di salire a chiudere il gap down della seduta dell'11 giugno (il calo di quasi il 6%) ma senza neanche riuscire a violare con decisione al ribasso la concentrazione di importanti supporti sui timeframe lunghi che sorregge il movimento rialzista partito dai minimi di marzo. Tutta questa lateralità, va detto, ha appena scalfito le misure estreme di risk on espresse dai valori di Cpce e Cpc. Occorrerà correggere, e ci vorrà una correzione robusta o comunque che avvenga con modalità che inducano un raffreddamento nell'assunzione di rischio da parte dei trader.

Al close di venerdì l'indice si è riportato esattamente al test dei supporti la cui tenuta, nel lunedì della settimana precedente, aveva ispirato un nuovo tentativo di risalita. Li ha violati al ribasso ? Non in maniera conclusiva, viene da dire. Si è chiuso 3 decimi di punto sotto sma 200 daily (con però sma 50 e bollinger inferiore appena sotto ad offrire ulteriore supporto, a quota 2980 e 2984 rispettivamente) sostanzialmente su sma 50 weekly e appena sopra sma 13 monthly.

E' un'area ricca di supporti, occorrerà siano violati con decisione affinché si passi da un movimento laterale ad uno ribassista, l'evidenza grafica manca ancora. Può darsi venga presto, cruciali saranno le ultime sedute del mese.

S&p500.PNG

Sul Tf weekly, chiusura settimana su sma 50 ed inside bar sulla settimana precedente. La tenuta o la violazione ribassista del minimo di quest'ultima, a 2965 circa, diventa ulteriore elemento da osservare. Sma 5 weekly diviene prima resistenza in caso di nuovo rimbalzo sui supporti, sotto la perdita di sma13 rinveniente a 2907 aprirebbe la strada ad una correzione più robusta.

S&P500weekly.PNG

Il Tf monthly è arrivato a due sedute dalla chiusura senza dare una indicazione ribassista ultima. Come già si notava, le sma corte monthly continuano infatti ad essere tenute, con gli indicatori di momentum monthly su valori meramente neutrali. Vediamo sele ultime due sedute daranno segnali.

S&P500monthly.PNG

In merito al sentiment, al close di giovedì i valori di Dsi erano scesi di poco sulla settimana precedente, 2 punti per S&P a 69, 3 per il Nasdaq a 82 rispettivamente per S&P e Nasdaq. Di conseguenza, permangono su valori elevati le sma corte e medie Dsi sugli indici (5, 10, 21 nella tabella sotto) specie per il Nasdaq. Un fattore che sembra giocare a favore di ulteriore discesa, anche nell'immediato.

1593381245088.png

Il Fear and Greed ha chiuso venerdì a quota 45, si permane ancora in campo neutrale. L'AAII survey si è mosso poco e ancora in direzione della conferma di un pessimismo di fondo dei trader monitorati, bearish quasi al 50% con i bull a meno della metà



Circa i flussi di capitali nell'equity Usa, outflow di buone dimensioni mostrato dal rilevamento Lipper, per 5 mld $, confermato anche nelle dimensioni da quanto rilevato da ETF.com, un outflow per 5,780 mld $ circa.



Dato Cot e TFF sullo SPY: entrambi i report, Cot e TFF, sono rappresentati schematicamente qui


Per il dato Cot rimando ai post 1681 e 1682: i large speculator hanno tagliato robustamente il net short, i commercial sono passati long, gli small speculator - dei quali si era detto in settimana scorsa: "sono invece net long su livelli analoghi a quelli dell'estate 2018, quando venne una correzione dell'indice di poco più del 3%" - sono passati invece net short, anche stavolta dopo una correzione settimanale di circa il 3%.

Circa i movimenti settimanali, il dato Tff mostra movimenti davvero molto consistenti e allineati con quanto detto appena sopra. In realtà, è dai dealer intermediary (le banche) che è venuto un taglio fortissimo alle posizioni short, per 405k contratti in direzione long. Posizioni detenute per conto proprio o per conto della clientela ? Gli asset manager/istituzionali hanno invece mosso sullo short ma "solo" per 54k contratti circa. I leveraged fund hanno tagliato lo short per oltre 109k contratti. I non reportable (anch'essi small trader) hanno mosso in direzione short per ben 400k contratti. Per alcune categorie, come vedete, significativi movimenti sono occorsi anche sui contratti spreading.

Nel medio termine il dato, come si notava circa il rilevamento Cot nei post citati, non gioca a favore dei long, nell'immediato tuttavia potrebbe favorire ancora un rimbalzo sui supporti.

1593383373155.png
 

Tony

Well-known member
Lo stato dell'arte, imho, sempre quello.

Il lungo termine resta long, nel medio attendiamo una correzione > 10% in una fase che durera molte settimane, nel breve stiamo lateralizzando.

Bello sarebbe poter incastrare tutto nei tempi giusti.


A luglio ci sono le trimestrali. Saranno occasione di storno se chi gestisce il mercato sa che in autunno si tornerà in recessione, altrimenti ci sono buone chance che si proceda lateralmente. Per me, un 50%-50%


Altrimenti correggeranno in agosto ed andranno avanti per parte dell'autunno. Tutto imho.
 

Tony

Well-known member
Sempre la solita solfa qui, continuano a maturare i presupposti per la correzione che verrà. Tuttavia ieri hanno comprato molte call $Vix rispetto agli ultimi tempi, evidentemente in attesa che oggi gli indici prendano subito la strada della discesa. Vedremo se avranno avuto ragione.

1593586235821.png
 

waltermasoni

Moderatore
Membro dello Staff
Sempre la solita solfa qui, continuano a maturare i presupposti per la correzione che verrà. Tuttavia ieri hanno comprato molte call $Vix rispetto agli ultimi tempi, evidentemente in attesa che oggi gli indici prendano subito la strada della discesa. Vedremo se avranno avuto ragione.

Vedi l'allegato 5683
io da qualche settimana sto tradando questo


si trova propria ora in una resistenza importante
 

Allegati

Tony

Well-known member
io da qualche settimana sto tradando questo


si trova propria ora in una resistenza importante
Ci ho pensato talvolta, ma non lo ho mai fatto.
 

_soppa_

Well-known member
io quello l'ho usato solo in momenti di panico conclamato quando la volatilità è talmente alta da non fidarmi nemmeno ad andare short.
----------

Tecnicamente per quanto riguarda la chiusura di oggi sp500 rompe la trendline ribassista nata dai massimi di inizio giugno (ieri tra l'altro era proprio un top) e va a chiudere ancora in area 3110 che era già di congestione. Se poi vogliamo lavorare di fantasia, io ci vedo anche una flag in formazione 😅 e se ci fosse in ballo una pizza io vedrei i 3400-3600 ad agosto

Se invece dovessi pensar male, direi che stanno aspettando di collocare al retail un po' di roba tipo il btp futura e poi tireranno lo sciacquone.

Risultato: operatività vicina allo zero per me, e tengo in pancia roba che in caso di sciacquone alla peggio si può lasciar cedolare
 

Tony

Well-known member
Sempre la solita solfa qui, continuano a maturare i presupposti per la correzione che verrà. Tuttavia ieri hanno comprato molte call $Vix rispetto agli ultimi tempi, evidentemente in attesa che oggi gli indici prendano subito la strada della discesa. Vedremo se avranno avuto ragione.

Vedi l'allegato 5683
Troppe call Condor, troppa gente a scommettere sul rialzo della volatilità ed è finita con il Vix a -5,29%.

Pochi temi sono così sensibili ai movimenti sul mercato delle opzioni come il $Vix
 

Tony

Well-known member
io quello l'ho usato solo in momenti di panico conclamato quando la volatilità è talmente alta da non fidarmi nemmeno ad andare short.
----------

Tecnicamente per quanto riguarda la chiusura di oggi sp500 rompe la trendline ribassista nata dai massimi di inizio giugno (ieri tra l'altro era proprio un top) e va a chiudere ancora in area 3110 che era già di congestione. Se poi vogliamo lavorare di fantasia, io ci vedo anche una flag in formazione 😅 e se ci fosse in ballo una pizza io vedrei i 3400-3600 ad agosto

Se invece dovessi pensar male, direi che stanno aspettando di collocare al retail un po' di roba tipo il btp futura e poi tireranno lo sciacquone.

Risultato: operatività vicina allo zero per me, e tengo in pancia roba che in caso di sciacquone alla peggio si può lasciar cedolare
3400, addirittura :D :D una roba alla Rambo
 

Tony

Well-known member
Sempre la solita solfa qui, continuano a maturare i presupposti per la correzione che verrà. Tuttavia ieri hanno comprato molte call $Vix rispetto agli ultimi tempi, evidentemente in attesa che oggi gli indici prendano subito la strada della discesa. Vedremo se avranno avuto ragione.

Vedi l'allegato 5683
Troppe call Condor, troppa gente a scommettere sul rialzo della volatilità ed è finita con il Vix a -5,29%.

Pochi temi sono così sensibili ai movimenti sul mercato delle opzioni come il $Vix
Ecco, oggi seduta più adatta ad una scommessa long $Vix. In un giorno passati da 0,39 a 2.12 di Put/call $Vix ratio. L'altro ieri tutti rialzisti, oggi tutti ribassisti... con Cpce e ETF p/c ratio pure decisamente basse, oggi può avere un senso.

1593668547858.png
 
Alto