Per informazioni sulla pubblicità su questo sito web: advertising@quellicheinvestono.com

S&P 500, Nasdaq 100, Russell 2000: dati, analisi ed elementi per il trading sull'equity Usa

condor74

Moderatore
Membro dello Staff
In attesa del commento settimanale di etf.com, possiamo dare comunque una lettura dei flussi relativi agli etf.

Per la secondo settimana di fila gli investitori e i trader retail più dinamici escono dai t-bond decennali (il secondo etf per deflussi in VA). Il primo etf per deflussi è quello compartimentale relativo ai finanziari, l'XLF. A mio modo di vedere la scelta è un po' contradditoria perché se vedi il decennale perché ti aspetti che i tassi salgano dovresti comprare le banche. In termini di ratio XLF:SPY, il retail avrebbe venduto le banche in condizioni di ipervenduto e sulla tenuta di sma200.

Stessa situazione per il ratio IEF:SPY: il retail l'avrebbe venduto nel momento in cui mostra di invertire la sottoperformance rispetto allo S&P500. Per inciso lo SPY, l'etf di riferimento sull'indice delle 500 principali stocks USA, è l'etf più comprato in VA



Vedi l'allegato 11411Vedi l'allegato 11412

Il totale degli afflussi nell'equity questa settimana è stato modesto. Sommando gli afflussi negli ETF (3 miliardi di dollari, sommando equity internazionale e equity USA. Fonte: etf.com) e nei fondi attivi (1.1 miliardi di dollari. Fonte: Lipper), arriviamo a poco più di 4 miliardi di dollari. Più consistenti le usciti dai fondi equity, pari a 2.8 miliardi di dollari.

2 miliardi di $ gli afflussi negli etf obbligazionari a cui vanno sommati 6 miliardi $ di afflussi nei fondi obbligazionari.



Qualche incongruenza, mi pare, vada segnalata sugli etf, tra la lettura settimanale di ieri (post # 3219), in cui ad esempio IEF era il secondo ETF per deflussi, pari a 890 milioni di $, e quella con il commento uscito oggi e di cui ho riportato il link in questo post, in cui IEF è sparito. Anche gli afflussi su SPY e real estate (IYR) non tornano.
 

Tony

Well-known member
Il totale degli afflussi nell'equity questa settimana è stato modesto. Sommando gli afflussi negli ETF (3 miliardi di dollari, sommando equity internazionale e equity USA. Fonte: etf.com) e nei fondi attivi (1.1 miliardi di dollari. Fonte: Lipper), arriviamo a poco più di 4 miliardi di dollari. Più consistenti le usciti dai fondi equity, pari a 2.8 miliardi di dollari.

2 miliardi di $ gli afflussi negli etf obbligazionari a cui vanno sommati 6 miliardi $ di afflussi nei fondi obbligazionari.



Qualche incongruenza, mi pare, vada segnalata sugli etf, tra la lettura settimanale di ieri (post # 3219), in cui ad esempio IEF era il secondo ETF per deflussi, pari a 890 milioni di $, e quella con il commento uscito oggi e di cui ho riportato il link in questo post, in cui IEF è sparito. Anche gli afflussi su SPY e real estate (IYR) non tornano.
Meglio attendere il week end, mi sa.

Oggi è 13, data di pubblicazione del BofA ML global fund manager survey
 

Tony

Well-known member
Il $Nysi, dopo il recente recupero, ha nuovamente piegato la testa verso il basso.

Vedi l'allegato 11407Vedi l'allegato 11408
Non la ha ancora rialzata. Come sempre, cautela non vuol dire non operare, né tantomeno mettersi short su qualcosa (un comparto, un indice), bensì essere selettivi, attenti nelle esposizioni, privilegiare magari il breve sul lungo termine nella operatività, anche a costo di perdere qualche treno.

Può darsi che la fase di relativa incertezza si concluda in tempi non troppo prolungati e/o comunque senza fare troppi danni.

1631551587296.png1631551624756.png
 

condor74

Moderatore
Membro dello Staff

Via TME, che mette qualche dubbio sua quanto il prossimo affondo eventualmente su sma50 sia buyable


The way this is trading, it seems everybody will want to buy the next dip...
Spoos bouncing on the longer term trend line again, and the dips are becoming shorter and shorter.
Complex psychology becoming even more extreme.
Note the move in VIX, down 7.5% on a Monday just shows you how big the move was late last week. As we explained over the weekend; "...since SKEW remains steep even relatively small moves in Spoos will "translate" into spiky VIX moves".
Let's see how this plays out going forward, but the Pavlovian investor is getting increasingly confident...

1631603952942.png
 

Tony

Well-known member
Un giorno devo trovare qualcuno bravo che mi spieghi perché staples e late cyclical dovrebbero scendere mentre i bond salgono.
 

Tony

Well-known member
Primi dati del BofA Ml global fund manager survey.

I bond sono scesi ancora ad un livello di sottopeso pari a 69% underweight, un poco inferiore a quello di agosto (67% o 68% se ben ricordo)

Il resto qui sotto la voce posizionamento (chissà perché stavolta mancano i chart)


Altre utili indicazioni qui (compresa comparazione con i dati dei mesi più recenti)

 
Ultima modifica:

condor74

Moderatore
Membro dello Staff
La chiusura di ieri: 78% downside day volumetrico per il NYSE, 67% per il Nasdaq. A guidare il calo sono stati i ciclici, finanziari e energy in testa, con alcune eccezioni rilevanti quali il real estate (ma i costruttori sono stati più penalizzati, con cali anche oltre 1.5%), il solito tech, che ormai abbiamo capito fa corsa a sé oltre ad essere beneficiato dai tassi in calo (con l'eccezione del tech cinese: KWEB -3%, BABA -3.20%, TME -2.30%) e i consumi discrezionali.

Proteggono i difensivi: le utilities e l'health care.

Insomma, parrebbe una seduta mista, di quelle con l'obiettivo di confondere, con i discretionary (ciclici) che fanno meglio delle staples (difensivi), utilities e health che fanno bene, ciclici tradizionali come finanziari e energia male. Dalla regia mi dicono che vale la pena interrogarsi sulla natura del calo... ;)

1631688628900.png
 
Ultima modifica:

condor74

Moderatore
Membro dello Staff
La chiusura di ieri: 78% downside day volumetrico per il NYSE, 67% per il Nasdaq. A guidare il calo sono stati i ciclici, finanziari e energy in testa, con alcune eccezioni rilevanti quali il real estate (ma i costruttori sono stati più penalizzati, con cali anche oltre 1.5%), il solito tech, che ormai abbiamo capito fa corsa a sé oltre ad essere beneficiato dai tassi in calo (con l'eccezione del tech cinese: KWEB -3%, BABA -3.20%, TME -2.30%) e i consumi discrezionali.

Proteggono i difensivi: le utilities e l'health care.

Insomma, parrebbe una seduta mista, di quelle con l'obiettivo di confondere, con i discretionary (ciclici) che fanno meglio delle staples (difensivi), utilities e health che fanno bene, ciclici tradizionali come finanziari e energia male. Dalla regia mi dicono che vale la pena interrogarsi sulla natura del calo... ;)

Vedi l'allegato 11463

Si notava, grazie al coordinamento di @Tony , che i consumi discrezionali (ciclici) ieri hanno sovraperformato quelli essenziali (difensivi) e ciò indurrebbe a ragionare sulla vera natura del calo visto negli scorsi giorni. Premesso che S&P500 è su sma50 da cui ha sostanzialmente sempre rimbalzato nell'ultimo anno, magari con delle false rotture seguite da breakout, questa è la situazione relativa al rapporto tra discretionary e staples in un'ottica di maggior respiro.

Se le prossime settimane fossero ancora di incertezza potremmo assistere ad un rimbalzo del ratio sulla trendline (ovvero ad una sovraperformance delle staples), in un movimento analogo a quello che abbiamo avuto tra febbraio e maggio con i tre massimi crescenti evidenziati in giallo nel grafico.

1631692341728.png
 

condor74

Moderatore
Membro dello Staff
Sempre a proposito di staples e di ratio XLP:SPY, si può notare come i recenti minimi siano stati fatti in presenza di divergenze rialziste di RSI (ma anche di MACD) su tf daily, weekly e, seppur in misura meno evidente, monthly. Come sempre imho.

1631694283094.png1631694372840.png1631694661960.png
 
Alto